mercoledì 28 Luglio 2021
HomePoliticaPrete vs sindaco: "Vi denuncio", don Giuseppe, "Un po' di pazienza", Zeno

Prete vs sindaco: “Vi denuncio”, don Giuseppe, “Un po’ di pazienza”, Zeno

 

MASSA DI SOMMA. La querelle su Fb, prete vs sindaco. Il cantiere dei lavori di restyling alla piazza – l’unica del minuscolo comune ai piedi del Vesuvio – e alla facciata della chiesa S. Maria Assunta in Cielo stanno impedendo da qualche giorno l’accesso alla parrocchia dal portone principale. “Solo per l’obbedienza al vescovo non ho sporto denuncia alla ditta dei lavori e diffida all’amministrazione comunale (guidata da Antonio Zeno ndr)”, tuona don Giuseppe Esposito, il parroco, dal pulpito virtuale del profilo fb.

Un disagio, certo, del resto il lungo lavoro di risanamento e riqualificazione di piazza dell’Autonomia e del corso Boccarusso, che l’attraversa, comporta da qualche settimana la chiusura della strada stessa costringendo gli automobilisti ad un percorso alternativo. Lavori attesi e auspicati dai più, come quelli della parrocchia, che da circa settant’anni non se ne vedevano. Eppure pare che il senso di disagio abbia prevalso sullo scopo facendo sorgere un’animata querelle sul social: il prete contro il sindaco. “Fratelli carissimi – scrive il prete nel suo post – tutti abbiamo visto che a causa dei lavori in piazza l’unico accesso all’unica Parrocchia del paese è stato completamente chiuso e transennato impedendo l’accesso al pubblico culto, senza lasciare neanche uno spiraglio per entrare e uscire”.

Cinquemila anime, la piazza si accende – e si schiera – a favore dell’uno e dell’altro. Al centro i due – don Camillo, il parroco, e Peppone, il sindaco – tal quale alla pellicola, la prima del 1952, diretta da Gallone e scritta da Guareschi. Anche a Massa di Somma come nel film è in atto da lungo tempo una sorta di “rivalità” ufficiosa – il prete è anche il padrino della figlia del sindaco – e come nel film anche qui, nel 2016, la comunità è in piena campagna elettorale. Un caso? Chissà. Ma la singolar tenzone è uscita allo scoperto e fino alle elezioni non si può mai dire. Per ora i due sono l’uno di fronte all’altro, su schieramenti opposti. Il sindaco: “Ho chiesto un pizzico di pazienza al parroco – risponde pacato il sindaco – entrerò in chiesa dalla porta laterale, non sarà un ostacolo ad impedirmi di incontrare Dio”.

Inutile ma non scontato dire che mentre sulle due piazze – quella virtuale di Fb e piazza dell’Autonomia – si sta consumando “lo scontro”, agli sportelli dell’Enalotto c’è una lunga fila per giocarsi l’ambo e il terno secco.

di Patrizia Panico – fonte Il Mattino area sud-costiera

massa sindaco antonio zeno
massa sindaco antonio zeno

don giuseppe esposito
don giuseppe esposito

massa chiesa lavori
massa chiesa lavori

massa prete vs sindaco lavori
massa prete vs sindaco lavori

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti