mercoledì 5 Agosto 2020
Home Cronaca Rapina e incidente con l'auto della mamma, preso 21enne

Rapina e incidente con l’auto della mamma, preso 21enne

Rapina e incidente con l’auto della mamma, preso 21enne. A bordo dell’auto della mamma, una Fiat Panda, e in compagnia di due complici, un 21enne di Pozzuoli si è reso responsabile di una rapina in una tabaccheria di Via Solfatara.

Il colpo è stato studiato e messo a segno venerdì sera, poco prima dell’orario di chiusura della tabaccheria. Mentre uno dei giovani attendeva in auto con il motore acceso, i due complici, con il volto coperto e armati di pistola, si sono introdotti nel negozio e sotto la minaccia delle armi hanno intimato il proprietario di consegnargli l’incasso. Non solo, i ladri si sono, inoltre, impossessati di diversi “gratta e vinci” esposti, nonché di una decina di stecche di sigarette, per poi fuggire a bordo della Panda “presa” dalla mamma di uno dei ladri poco prima. La vittima, benché scossa dell’accaduto, è riuscita a memorizzare elementi utili all’identificazione dei componenti del terzetto di ladri, in modo particolare la targa e il colore vivace dell’auto, una Fiat Panda verde, utilizzata dai malviventi.

Gli agenti di polizia del commissariato di Pozzuoli, dopo aver raccolto la denuncia della vittima, hanno avviato delle minuziose indagini che hanno consentito di rintracciare e denunciare, in stato di libertà, il 21enne. I poliziotti hanno accertato che, proprio quella sera, il giovane aveva preso in prestito l’auto della madre e di averla abbandonata, in località Monteruscello, a seguito di un incidente stradale.  Personale dell’arma dei carabinieri, intervenuto per il sinistro stradale, ha rinvenuto all’interno dell’abitacolo un passamontagna ed un caricatore di pistola a salve, oltre a numerose impronte digitali. Nel frattempo gli agenti si sono recati nell’abitazione del giovane 21enne, quest’ultimo, ha tentato di fuggire facendo un balzo da una palazzina di due piani, riportando una contusione a seguito della caduta. Il ragazzo, vistosi ormai alle strette, ha confessato le sue responsabilità, ammettendo d’esser stato lui ad impugnare l’arma contro il proprietario della tabaccheria. Continuano le indagini per identificare i complici di A.S.

- Advertisement -
- Advertisment -
- Advertisment -

Articoli recenti

Ad Ottaviano partiti i lavori per il primo parco per cani del Vesuviano

Ottaviano. Sono iniziati i lavori per la realizzazione di un’area di svago e sgambatura per i cani a Ottaviano, nei pressi di Palazzo Mediceo....

Aversa. Ecco il programma della Festa di San Lorenzo 2020

Aversa. Nell’anno giubilare a 25 anni dalla riapertura dell’Abbazia, eventi culturali e misure anti-covid 19 per celebrare il culto del diacono e martire romano...

Elezioni a San Paolo Bel Sito. Il Pd in campo con Raffaele Barone

San Paolo bel Sito. Entra nel vivo la campagna elettorale a San Paolo Bel Sito in vista delle elezioni amministrative del 20 e 21...

Puc a Somma. Il sindaco: “Approvata una delibera per acquisire idee e progetti”

SOMMA VESUVIANA. “Così come abbiamo annunciato da sempre nell'ottica di una pianificazione urbanistica partecipata, ieri il consiglio comunale di Somma Vesuviana, ha approvato...

Franco Pepe cittadino onorario di Somma Vesuviana: “Qui mi sento a casa”

SOMMA VESUVIANA. “Il consiglio comunale interprete del sentimento unanime dei sommesi esprime la propria gratitudine e stima al maestro pizzaiolo Francesco Pepe per l'impegno...
- Advertisment -