giovedì 29 Settembre 2022
HomeCronacaRapinati in casa da falsi finanzieri. Dieci arresti

Rapinati in casa da falsi finanzieri. Dieci arresti

NAPOLI. Sgominata la banda dei falsi finanzieri.

Dieci sono gli arrestati questa mattina dalla Squadra Mobile di Napoli che ha dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare, emesso dal G.I.P. del Tribunale Ordinario di Napoli, nei confronti di: Aldo Polito, Salvatore Romano, Gaetano Nesci, Luigi Marzatico, Roberto Capuozzo, Anesti Alimani,  Vincenzo Zinno (domiciliari), Rosario Balido, Ciro Mangini (domiciliari) e Mario Esposito. Le ipotesi di reato: associazione per delinquere finalizzata alla commissione di reati contro il patrimonio, rapina aggravata e possesso di segni distintivi contraffatti. I dieci sono ritenuti responsabili di una serie di rapine commesse tra luglio 2017 e maggio 2018. Quasi un anno di terrore nei quartieri napoletani dove i “falsi finanzieri” per introdursi all’interno delle abitazioni avrebbero simulavato l’appartenenza al Corpo della Guardia di Finanza. Addirittura avrebbero usato perfino pettorine e distintivi falsi per convincere le ignare vittime a entrare nelle loro case e spesso anche sotto il tiro delle armi sono state costrette a consegnare loro valori e soldi. Le strade napoletane colpite dal commando: via Catone, via Marco Aurelio, via Zingari, via Virginia Wolf, via Augusto Righi, via Armstrong, via Al Chiaro di Luna, via Petrarca e via Nuova Casa D’Agostino a Giugliano.

 

 

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti