sabato 3 Giugno 2023
HomeCronacaReati ambientali, i vigili denunciano imprenditori

Reati ambientali, i vigili denunciano imprenditori

SAN GIUSEPPE VESUVIANO. Gli agenti della Polizia Municipale, diretti e coordinati dal Comandante Ciro Cirillo, hanno effettuato, nell’ambito dell’attività di contrasto all’illecito abbandono di rifiuti speciali, nuovi controlli a diverse aziende e disposto ulteriori accessi presso fabbriche artigianali di tessuti e
negozi della città.


L’attività svolta ha avuto quale epilogo la contestazione di numerose violazioni e/o la
segnalazione all’Autorità Giudiziaria per violazione di norme dettate dal D. Lgs. 152/2006
(smaltimento illecito di rifiuti), per violazione di norme dettate dal D.Lgs. 81/08 (norme sulla
sicurezza) e dal D.P.R. 380/01 (Testo unico in materia edilizia), nonché per l’impiego di
lavoratori non inquadrati e privi di permesso di soggiorno.
In particolare, la Polizia Municipale ha eseguito accessi presso aziende artigianali gestite da
cittadini di nazionalità italiana, cinese e bengalese, ove ha riscontrato, ancora una volta, la
totale commistione fra laboratori ed abitazioni, in violazione delle normative urbanistiche,
delle misure di prevenzione in materia di sicurezza del lavoro, delle norme in materia igienico
sanitaria e delle norme che vietano lo sfruttamento di manodopera clandestina, constatando
la presenza di rifiuti pronti ad essere smaltiti illecitamente.
Nella maggior parte dei casi, all’interno dei laboratori sottoposti a verifica sono state
riscontrate camere da letto con servizi igienici adiacenti, destinate ad ospitare lavoratori spesso
non regolarmente assunti. Sono stati, inoltre, rinvenuti scarti di tessuti racchiusi in sacchi in
plastica pronti per essere smaltiti senza che l’impresa fosse in possesso della idonea
documentazione di identificazione. In tale contesto, è stato eseguito il sequestro di due
fabbriche tessili ubicate in via Mattiuli e di due fabbriche tessili in via Nappi. Per i titolari è
scattato il deferimento all’A.G. per deposito abusivo di rifiuti e per impiego di personale non
regolarmente assunto, per sfruttamento della manodopera clandestina, per varie violazioni al
D.Lgs. 81/08 (norme di sicurezza) e deposito abusivo di rifiuti.
Al termine dell’operazione, il Comando di Polizia Municipale ha reso noto che, in linea con
l’attività svolta sino ad oggi, proseguiranno i controlli tesi a debellare gli episodi di abbandono
illecito di rifiuti.
__________________________________________

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti