mercoledì 24 Aprile 2024
HomeComunicati stampaRitorna il grande Teatro all'Augusteo di Napoli

Ritorna il grande Teatro all’Augusteo di Napoli

Dopo aver festeggiato i primi 30 anni di attività (1992 – 2022) con una delle sue stagioni di maggior successo, l’Augusteo propone agli spettatori un nuovo cartellone ricco di spettacoli, musica, grandi interpreti e artisti di eccellenza, pronto a emozionare con musical, commedie e concerti, ma anche riportando in scena la tradizione napoletana con opere dei grandi autori del passato, per farle conoscere sia alle nuove generazioni di spettatori, sempre curiosi di quelle che per loro possono essere gustose novità, sia al pubblico più maturo, legato alla storia artistica e culturale della città da un forte sentimento di appartenenza.

Al riguardo, Giuseppe Caccavale e Roberta Starace Caccavale, rispettivamente direttore artistico e direttore generale del teatro Augusteo, dichiarano: “Il Teatro è vivo, come mai in precedenza, e sulla scia degli ottimi risultati ottenuti in questi anni, siamo felici di offrire ai nostri spettatori la nuova stagione teatrale, per continuare a puntare sulla cultura, sulla musica e sulla tradizione, sempre con compagnie di livello assoluto”.

L’apertura a fine ottobre è affidata a Massimo Ranieri, il quale, nel recuperare le date di aprile scorso, offrirà anche ai nuovi spettatori la possibilità di inserire il suo nuovo spettacolo “Tutti i sogni ancora in volo” in opzione nell’abbonamento. 

A metà novembre un grande successo della compagnia di Geppy Gleijeses, con Lorenzo Gleijeses ed Ernesto Mahieux, in una delle commedie preferite dal pubblico di Eduardo “Uomo e Galantuomo”, il primo testo in tre atti da lui scritto, con la splendida regia di Armando Pugliese. Spettacolo di tradizione con un meccanismo comico straordinario e sempre attuale, che ha ricevuto entusiastici consensi di critica e di pubblico. A fine mese un grande ritorno sul palco dell’Augusteo, che ha i contorni dell’evento: dopo trentadue anni di gloria per l’Orchestra Italiana fondata dal grande Renzo Arbore, un lungo percorso costellato di straordinari trionfi in giro per il mondo, e dopo che il mitico fondatore ha dichiarato “conclusa la sua missione con l’orchestra”, l’avventura riparte proprio da dove era iniziata: con la musica della “Nuova Orchestra Italiana” in “Napoli, tre punti e a capo”, con la partecipazione di Gino Rivieccio. I più grandi successi della musica napoletana di tutti i tempi eseguiti da una compagine di cantanti e musicisti che ha ottenuto eccezionali successi in tutto il mondo.

Da metà dicembre e per tutte le feste natalizie, fino a metà gennaio 2024, l’attesissimo “Mare fuori Musical”, con la colonna sonora originale della serie televisiva cult, record di ascolti, con alcuni attori della serie, un nuovissimo cast e la regia di Alessandro Siani. Uno spettacolo che promette di far rivivere a teatro le passioni dei ragazzi rinchiusi in un istituto penitenziario napoletano e delle loro famiglie. Sempre a gennaio, Peppe Iodice ci farà ridere con il suo show “So’ Pep, sempre di più”, spettacolo completamente aggiornato, in esclusiva per il teatro Augusteo, che include, promettono gli autori, una ‘terapia di gruppo’, senza filtri. Uno degli artisti del momento, dalla comicità travolgente.

Il Teatro Augusteo ha curato con particolare attenzione, negli ultimi anni, la presenza di grandi classici in cartellone. Dopo il successo de “Il medico dei pazzi” della scorsa stagione, il grande teatro di Eduardo Scarpetta torna a febbraio con Massimo De Matteo, e con Chiara BaffiAngela De MatteoPeppe Miale e un cast eccellente in “’Na santarella”, una delle commedie più conosciute e amate in assoluto, con la regia di Claudio Di Palma. Ancora a febbraio andrà in scena Paolo Caiazzo, e Maria BolignanoEttore MassaCorrado ArdoneMassimo Peluso in “Tonino Cardamone, giovane in pensione …ventanni dopo”. Spettacolo scritto da Corrado Ardone, Massimo Peluso, Ettore Massa e Paolo Caiazzo, che ne cura anche la regia. Uno spettacolo divertentissimo che viene presentato con il suo cast storico, in occasione del ventennale.

Marzo inizia con la classe di Serena Autieri, elegante protagonista di “My Fair Lady”, uno dei musical più famosi di tutti i tempi in una sontuosa edizione, presentato solo nei maggiori teatri italiani. E prosegue con la musica, con lo spettacolo “Sal Da Vinci Stories”, regia di Luca Miniero. Sal Da Vinci è reduce da diverse stagioni di grandi successi e di sold out all’Augusteo, che rappresenta il suo palcoscenico di elezione, nel quale ritrova sempre con grandissimi risultati il suo affezionato pubblico.

Teresa Mannino sarà sul palcoscenico dell’Augusteo ad aprile, con “Il giaguaro mi guarda storto”, spettacolo scritto da Giovanni Donini in collaborazione con Maria Nadotti, e da Teresa Mannino, che cura anche la regia. Lo spettacolo sarà offerto in opzione agli abbonati. La chiusura di stagione, a maggio, è affidata a Biagio Izzo, risate garantite con il suo nuovo spettacolo. Anche Biagio Izzo è uno degli interpreti più amati, che all’Augusteo riesce sempre a riempire il teatro a ogni replica.

L’offerta consentirà agli spettatori di abbonarsi a 9, 10 e 11 spettacoli. Si è cercato di mantenere i costi a livelli contenuti, nonostante l’aumento generale dei prezzi, in segno di grande rispetto verso gli abbonati e il pubblico in generale.

Inoltre, tanti concerti ed eventi fuori abbonamento arricchiranno la stagione teatrale: il ritorno di Enrico Brignano, il consueto appuntamento culturale di Artecinema, lo show di Pio e AmedeoKatia Follesa & Angelo Pisani, i concerti di Renga + NekVinicio CaposselaDire Straits LegacyPFM canta De Andrè AnniversaryMax Gazzè, gli spettacoli di Lina Sastri in “Eduardo mio”, di Edoardo Leo in “Ti racconto una storia” e tanti altri ancora che verranno annunciati nei prossimi giorni.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti

Rubriche