martedì 5 Marzo 2024
HomeCronacaRubate pompe di sollevamento, indagine e sequestro della polizia locale

Rubate pompe di sollevamento, indagine e sequestro della polizia locale

Furto delle pompe di sollevamento a Marigliano.
Convalidato il sequestro
Nella data tra il 9 ed il 10 agosto a Marigliano erano state asportate le pompe di sollevamento che vengono utilizzate in caso di forti piogge meteoriche per evitare allagamenti.
Un danno ingente di circa 40.000.
Dalle prime fonti raccolte dalla polizia locale di Marigliano gli investigatori si sono posti alla ricerca di un furgone che e stato captato dalle telecamere del progetto Terra dei Fuochi.
Con un sofisticato software gli agenti hanno visionato tutti i passaggi di quel furgone che dal primo al 8 agosto sono risultati circa 49 e fatti di giorno e di notte per studiare presumibilmente il percorso di fuga e la zona del furto. Iniziate le indagini venivano convocate il titolare di un azienda e un suo collaboratore.
Le dichiarazioni apparivano subito gracili e false per camuffare il furto e veniva posto alla attenzione degli agenti una scrittura privata di vendita del furgone risultata falsa e posta sotto sequestro. Entrambi venivano denunciato per falsita in scrittura privata e favoreggiamento personale in concorso per procacciarsi una dichiarazione utile per sviare le indagini sul furto.
Il sequestro del 22.08.2023
In data 23.08.2023 arrivata la convalida della Procura della Repubblica di Nola
Il comandante Nacar dichiara soddisfazione per la operazione svolta segno di un passo epocale nel contrasto a questi fenomeni.
Un’indagine ancora una volta condotta dagli agenti di polizia locale a tempo determinato

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti

Rubriche