domenica 25 Settembre 2022
HomeCronacaS.Anastasia. 500mila euro di “bionde”, 2 arresti

S.Anastasia. 500mila euro di “bionde”, 2 arresti

Sant’Anastasia. Tre tonnellate di sigarette di contrabbando, per un valore di quasi 500mila euro nascoste in un capannone di Sant’Anastasia, da dove ogni mattina un gruppo caricava le casse che avrebbero poi rifornito le bancarelle abusive di Giugliano e Marano.

Una scoperta effettuata dai militari della guardia di finanza di Giugliano che l’altra mattina, poco dopo le 9,30, hanno fatto irruzione in uno stabile di via Capodivilla arrestando due persone e denunciandone una terza. In manette due uomini, M. E. di 40 anni e C.M. di 53 anni, entrambi residenti a Napoli e con precedenti penali proprio per contrabbando di sigarette, e denunciato un uomo di 51 anni, anastasiano, il proprietario della struttura. I due sono stati sorpresi mentre erano intenti a caricare scatoloni di “bionde” su 3 furgoni ed un’ autovettura per la successiva distribuzione sul territorio. Capannone e autovetture sono state sequestrate. Le Fiamme Gialle (agli ordini del comandante del Gruppo il Tenente Colonnello Angelo Andreozzi) stavano indagando proprio sul fenomeno del contrabbando di sigarette che recentemente sta avendo un nuovo picco nella vendita al dettaglio, e così si sono trovati a seguire dei furgoni Fiat Ducato bianchi che li hanno portati fino alla cittadina vesuviana. Ogni mattina intorno alle 7 partivano da Sant’Anastasia e in due ore rifornivano i “punti” vendita delle città a nord di Napoli. Dopo aver accertato che il meccanismo era sempre lo stesso i finanzieri hanno seguito uno dei camion e sono arrivati nella palazzina, dove al piano di sopra abita appunto il denunciato, il proprietario del capannone che non aveva registrato alcun contratto e ora si sta verificando se fosse a conoscenza di quello che accadeva nel suo stabile. Ma il gruppo non era poco attento, anzi per evitare di essere intercettato o seguito aveva adottato particolari sistemi informatici. Tutti i mezzi rinvenuti, infatti, erano muniti di apparati radio e di sofisticati sistemi elettronici per la rilevazione di Gps e microspie. Accorgimenti utilizzati per limitare l’uso dei telefoni cellulari ed il conseguente rischio di essere intercettati dalle forze dell’ordine, “bonificavano” i mezzi prima di usarli. Ingente il quantitativo di sigarette rinvenuto all’interno del deposito: casse da 10 chili cadauna per un peso complessivo di 3 tonnellate. Tutte pronte per essere immesse sul mercato. Gli inquirenti stimano che il
valore del prodotto sequestrato è di oltre 400mila euro con una evasione di tributi doganali per oltre 450mila euro, considerato che sul mercato clandestino le sigarette di contrabbando vengono generalmente vendute a circa 3 euro a pacchetto rispetto ai 5 euro richiesto nelle rivendite autorizzate.

DA METROPOLIS DEL 18 GIUGNO

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Gabriella Bellini
Gabriella Bellini
Gabriella Bellini è nata a Tropea (VV), giornalista professionista dal 2003, ha cominciato a lavorare nel 1994 nella redazione giornalistica di Televideo Somma, ha collaborato con Tele Oggi, Il Giornale di Napoli, Il Mattino, il Corriere del Mezzogiorno (dorso campano del Corriere della Sera), Cronaca Vera, Retenews, è stata redattore del settimanale Metropolis (poi diventato quotidiano) e di Cronache di Napoli. Ha condotto un programma di informazione e approfondimento su Radio Antenna Uno. Nel febbraio 2007 ha creato con altri colleghi il sito web laprovinciaonline.info di cui è il direttore. Dal 2017 è componente della Commissione Pari Opportunità dell'Ordine dei Giornalisti della Campania Nel 2009 ha ottenuto il prestigioso riconoscimento all’Impegno Civile del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, destinato ad un giovane cronista che si “sia distinto nel suo lavoro sul tema della diffusione della Cultura della Legalità” ottenendo così il premio nazionale “Per la Cultura della Legalità e per la Sicurezza dei Cittadini”. Nel 2012 il Premio internazionale Città di Mariglianella “Gallo d’Oro” per i “numerosi reportage sui temi della povertà e dell’emarginazione”. Nel 2013 il premio “Città di Saviano, giornata per la legalità” per “L'impegno profuso a favore della promozione e diffusione dei valori della legalità". Nel 2015 menzione speciale “L’ambasciatore del sorriso” per “L’instancabile attività di reporter, votata a fotografare con sagacia le molteplici sfaccettature della nostra società”. Nel 2016 il Premio “Antonio Seraponte” con la seguente motivazione “Giornalista professionista sempre presente e puntuale nel raccontare i fatti politici e di cronaca. In poco più di un decennio a suon di bravura ha ottenuto prestigiosi riconoscimenti per essersi distinta su temi importanti come la diffusione della cultura della legalità, della sicurezza dei cittadini e per l’impegno sui temi della povertà e dell’emarginazione”. Nel 2019 il premio Napoli Cultural Classic "Donna straordinaria, esponente della stampa locale che attraverso la sua autentica e graffiante penna racconta il nostro territorio anche fuori dai confini. Sempre attenta alla realtà politico-sociale che analizza con puntualità e chiarezza, riesce a coniugare la divulgazione al grande pubblico con l'obiettività suggerita dalla grande esperienza umana che l'accompagna". Nel 2022 Premio di giornalismo “Francesco Landolfo”

Articoli recenti