sabato 1 Ottobre 2022
HomePoliticaS.Anastasia. L'ex consigliera Maione non si candida: "Ecco i motivi di una...

S.Anastasia. L’ex consigliera Maione non si candida: “Ecco i motivi di una scelta”

SANT’ANASTASIA. Riceviamo dall’ex consigliera comunale di maggioranza Giustina Maione una lettera che di seguito pubblichiamo.

Tra i consiglieri di maggioranza uscenti sono l’unica a non aver riproposto la mia candidatura. La logica avrebbe voluto vedermi tra i sostenitori del candidato sindaco Lello Abete che rappresenta
” la continuità” dell’amministrazione Esposito da me sostenuta.
Ma il mio senso del dovere verso i miei elettori mi ha imposto una battuta d’arresto.
Avevo creduto in “…un progetto basato su una sensibilità politica capace di mobilitare nuove energie e proporre atti concreti per costruire insieme il nostro futuro…” così come pronunciavo nella conferenza in occasione del primo anniversario dell’amministrazione, “…un progetto capace di trasformare il modo di fare politica con il proposito di restituire, soprattutto alle giovani generazioni, una città nella quale avere maggiore fiducia per vivere un futuro sereno, una città capace di dare risposte in termini di lavoro, servizi, vivibilità…”.
Ben presto, però, tutto questo entusiasmo ha lasciato posto a delusione e amarezza, poiché era evidente una inesorabile inversione di tendenza che ha visto, man mano, la scomparsa dell’impegno di squadra a favore di un governo di pochi.
Il disagio di fronte a tale situazione era condiviso a tal punto da arrivare ad una presa di coscienza da parte di alcuni consiglieri, con una conseguente volontà di contrapporsi a comportamenti e modi di fare che spesso hanno mortificato le dignità personali.
All’indomani della forzata fine dell’amministrazione, però, mi sono ritrovata sola a continuare sulla strada della coerenza, del non condividere metodi e protocolli già percorsi e ciò mi ha portato a scegliere il reale “indietro non si torna”.
Questa mia “non candidatura”, però, non è disimpegno: se la democrazia è un valore, e lo è, non possiamo rassegnarci, tirarci fuori o smettere di lottare per le cose nelle quali crediamo. Non possiamo assistere con sgomento a rappresentazioni finte della democrazia, non è giusto: per il rispetto che dobbiamo portare a ogni persona, soprattutto agli ultimi e a chi crede in noi.

Giustina Maione

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti