martedì 26 Gennaio 2021
Home Attualità S. Giorgio. Un incontro per discutere del lavoro ai tempi del Coronavirus

S. Giorgio. Un incontro per discutere del lavoro ai tempi del Coronavirus

San Giorgio a Cremano. L’evoluzione nel mondo del lavoro post Covid 19, i nuovi sbocchi occupazionali creati dalla pandemia, le figure professionali più richieste dall’emergenza coronavirus: saranno questi i temi affrontati durante l’evento “Una birra con”, in programma mercoledì 15 luglio a partire dalle 21 sulla Terrazza del Piano Nobile di Villa Bruno a San Giorgio a Cremano.
A discutere delle nuove forme di business ai tempi del coronavirus ci saranno tre esperti di rilievo: Antonio Pescapè, Full Professor at the Department of Electrical Engineering and Information Technology of the University of Napoli Federico II e Direttore Scientifico della DIGITA Academy di Napoli, Andrea Iovene, Responsabile Job Placement IPE Business School di Napoli e Vincenzo Esposito, Marketing Department di Microsoft.
Come cambia il mondo del lavoro post Covid-19? E’ prevista la nascita di nuove figure professionali? Quali sfide attendono le aziende di oggi e di domani? E come affrontare il social detox?
Il dibattito, in conformità con le direttive anti Covid-19, sarà a numero chiuso, previa iscrizione obbligatoria. Partner dell’evento sono GMA – Distribuzione, leader campano in distribuzione prodotti food & beverage e Cocò Management, Agenzia di comunicazione ed influencer marketing.
L’evento è promosso da Citizens, una community di imprenditori, giovani professionisti, studenti ed operai under 35 che vedono nel networking, nell’innovazione, nella digitalizzazione e nella cultura i “fari della speranza” per generare benessere per la società. “Vogliamo contribuire a creare un mondo fatto di qualità e non di quantità, sostenibile per lanostra generazione e per quelle che lo abiteranno, che trattenga i cervelli nei propri paesi, non costringendo giovani ad emigrare per la speranza di un futuro dignitoso”.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

- Advertisment -
- Advertisment -

Articoli recenti

- Advertisment -