lunedì 25 Ottobre 2021
HomePoliticaSanità campana, Rc accusa De Luca: "Libero arbitrio allo spreco"

Sanità campana, Rc accusa De Luca: “Libero arbitrio allo spreco”

SANT’ANASTASIA. In agosto si munge meglio la mucca della Sanità campana e De Luca approva i provvedimenti che vanno in questa direzione.

Gli aumenti degli stipendi dei Direttori Generali delle ASL, degli Ospedali e delle Università mostrano la sfrontatezza di un Governo Regionale, a guida PD, che ripaga i suoi “Grandi Elettori” con elargizioni senza che vi sia un ritorno di efficienza. Le criticità croniche del SSR sono aggravate da quei Dirigenti, oggi premiati, incapaci di porre rimedi credibili alle lunghe Liste di Attese, alle barelle al posto dei letti, alla sporcizia nei reparti, alla migrazione verso altre Regioni per ricevere cure adeguate e tempestive. Questi fatti mettono a nudo l’inadeguatezza e l’irresponsabilità di una classe politica priva di scrupoli e senso civico. Senza dimenticare i LEA (Livelli essenziali di Assistenza) che in Campania sono un acronimo privo di significato, un sogno irrealizzabile. Mentre l’opposizione regionale nicchia, forse è in vacanza, nulla dice e lascia campo libero all’arbitrio ed allo spreco delle risorse finanziarie nel SSR, gravemente penalizzato dalle politiche neo-liberiste del Governo Nazionale e Regionale, orientati alla privatizzazione del settore.

Rifondazione Comunista non accetta lo sfacelo né il mantra della mancanza di fondi, se così fosse si ridurrebbero gli appannaggi ai Dirigenti. Lotta per la piena attuazione dei LEA in Campania e proporrà ogni azione anche quella giudiziaria per il riconoscimento dei diritti sanciti dalla nostra Costituzione.

Presidente De Luca Vincenzo, recita ancora con voce tronfia lo slogan gridato in campagna elettorale:

CAMBIARE DAVVERO, PER NON ESSERE MAI PIÙ ULTIMI”.

Sei di spirito, ma non hai nessuna credibilità, dimettiti.

Antonio Bianco,                                                                                Rino Malinconico

Responsabile Regionale Sanità                                                        Segretario Regionale

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti