martedì 16 Aprile 2024
HomeCronacaSant'Antimo. Denunciato uomo per maltrattamento di animali

Sant’Antimo. Denunciato uomo per maltrattamento di animali

Sant’Antimo. La Polizia Locale denuncia cittadino per maltrattamenti animali e sequestra una vasta area.

In una zona periferica di Sant’Antimo, personale della Polizia Locale ha scoperto un’area di circa 200 metri quadri dove vi erano degli animali maltrattati. Gli agenti, coordinati Comandante Biagio Chiariello, unitamente alle Guardie Zoofile nella persona del dott. Costa, hanno trovato uno scenario raccapricciante con cani e volatili tenuti senza le prescritte cautele imposte dalla legge. Nelle ricerche è stato accertato anche che vi erano sul posto interrati dei volatili, morti, un vero e proprio cimitero di animali. Subito è scattato il sequestro dell’area e con essa degli animali. I responsabili, un cittadino del territorio, V.A. Classe 65, è stato denunciato alla Magistratura per il reato di maltrattamento di animali in quanto tenuti in condizioni incompatibili con la loro natura, fattispecie punita dall’articolo 544 ter del codice penale nell’ambito dei delitti contro il sentimento degli animali. Ora rischia una seria condanna in carcere che va da tre mesi a un anno o con la multa da 3000 a 15000 euro. Sugli animali è stata effettuata visita medica da parte del personale sanitario dell’ASL. Dall’inizio dell’estate il personale della Polizia Locale conta di circa 15 animali controllati e sanzionati per mancanza di microchip, che a seguito delle contestazioni sono stati regolarizzati all’ASL. Si contano 4 persone denunciate per reati contro animali e di vari animali soccorsi in numero di 20. Si insiste ancora una volta nel precisare che anche l’abbandono dell’animale è punito dalla legge che prevede l’arresto fino ad un anno o l’ammenda da 1000 a 10000 euro.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti

Rubriche