giovedì 9 Febbraio 2023
HomeCronacaSi barrica in un bar per non farsi arrestare, uno "bloccato" in...

Si barrica in un bar per non farsi arrestare, uno “bloccato” in tribunale. Operazione della Finanza

Torre Annunziata. Un uomo si è barricato in un bar, inutilmente, per non farsi arrestare, il secondo bloccato direttamente al termine di una udienza in tribunale. Violazione del regime di sorveglianza ed evasione, due arresti compiuti dal Gruppo della Guardia di Finanza di Torre Annunziata, nel corso della costante attività di controllo del territorio. I militari del Gruppo Oplontino (agli ordini del colonnello Gennaro Pino), ha arrestato in flagranza di reato due cittadini italiani, rispettivamente per violazione degli obblighi inerenti alla sorveglianza speciale e per evasione.
In particolare, nel corso di un primo intervento, durante un servizio di perlustrazione da parte del Nucleo Mobile, una pattuglia di finanzieri ha notato un 40enne di Boscoreale, già noto in quanto sottoposto alla misura di prevenzione della “sorveglianza speciale” con obbligo di soggiorno nel comune di residenza, che passeggiava
tranquillamente per le strade di Torre Annunziata, violando così le prescrizioni del Tribunale di Napoli. Alla vista dei militari, il soggetto si è rifugiato in un bar barricandosi all’interno del bagno; dopo essere riusciti a farlo uscire, i militari hanno proceduto ad arrestarlo in flagranza di reato.
Con la seconda operazione, i “Baschi Verdi” del Gruppo di Torre Annunziata in servizio di vigilanza presso il locale Palazzo di Giustizia hanno proceduto all’arresto per evasione di un 41enne residente nel parco Penniniello, sempre a Torre che, dopo aver presenziato a un’udienza che lo riguardava e con la quale era stato disposto il suo rientro agli arresti domiciliari, si era rifiutato di adempiervi.
Lo stesso, nei giorni successivi, è stato poi destinatario di un’ordinanza di aggravamento della misura cautelare già in atto, per i reati di violenza privata, lesioni ed estorsione, a seguito della quale è stata disposta la sua custodia in carcere.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti