venerdì 14 Giugno 2024
HomePoliticaSilva candidato con Simonetti: "Per creare lavoro attraverso Sport e Turismo"

Silva candidato con Simonetti: “Per creare lavoro attraverso Sport e Turismo”

Ottaviano. Un giornalista in campo a sostegno di Biagio Simonetti sindaco con un occhio di riguardo a sport, spettacoli e turismo. Cosimo Silva non è nuovo all’agone politico, si candida alle comunali già con l’amministrazione di Luca Capasso e si ripropone oggi con Biagio Simonetti. Laureato in Servizi Giuridici per le Imprese, Consulente del Lavoro e Giornalista Sportivo segue da quattordici anni le vicende della SSC Napoli, é una delle prime firme del giornalismo sportivo campano, rinomato anche a livello nazionale.

Perché ha deciso di candidarsi?

Mi candido perché anni fa, ho scelto di vivere in pianta stabile ad Ottaviano, nonostante avessi la possibilità di trasferirmi altrove per la professione che svolgo. Per mio carattere non amo lamentarmi di ciò che manca o di ciò che si potrebbe fare, mi reputo una persona dalle capacità professionali che può dare qualcosa alla propria comunità, penso che oltre a metterci la faccia, ed una buona dose di coraggio, bisogna essere armati di buona volontà e competenze specifiche per dare un quid in più, ed offrire un lascito tangibile e concreto ai nostri figli ed alla nostra terra di Ottaviano, desidero essere una goccia nel mare o la goccia che corrode la roccia, dipenderà molto da risultato elettorale.

Quali sono i punti del programma che le stanno più a cuore?

Sicuramente, essendo un uomo di Sport, ed avendo fatto sport in passato con la Villa Icaro Ottaviano, squadra di Serie A basket femminile, insieme agli allora dirigenti Giuseppe Ranieri e Ciro Tisci, ho potuto toccare con mano le problematiche di fare sport ad Ottaviano. Anche se devo dire che con l’ottima amministrazione di Luca Capasso, con Biagio Simonetti Assessore allo Sport, le cose sono migliorate. È stata tracciata una via da percorrere, che ha bisogno di continuità, e da ex membro della consulta sport e spettacolo, proprio dell’amministrazione Capasso, spero che tramite il voto popolare io sia legittimato a continuare questo lavoro, con l’amministrazione Simonetti. Quindi lo Sport, la Salute, il Turismo legato alla comunicazione sono argomenti chiave che possono essere una fucina per nuovi sbocchi lavorativi e per il futuro di Ottaviano.

Se fosse eletto quale sarebbe la prima cosa cui si dedicherebbe?

Nel caso venissi eletto, mi dedicherei ad ascoltare le necessità dei cittadini, limitatamente al ruolo che il Sindaco vorrà darmi. Il tempo è la chiave di ogni cosa, bisogna ascoltare le necessità di chi vive nel nostro paese, di chi investe, chi fa commercio, sport ed attività d’impresa sul territorio e capire con un tavolo tecnico come migliorare la vivibilità e la qualità della vita di ogni cittadino ottavianese, non dimenticando di fare i conti, con la burocrazia, i limiti di bilancio, e stando sempre attenti a non fare promesse che non si potranno mantere.

Per quale motivo gli ottavianesi dovrebbero votarla?

Perché ho intenzione di vivere ad Ottaviano, non andare via da questa terra, creare i presupposti che un giorno nemmeno mio figlio, debba andare via per lavorare o studiare fuori. Desidero dare il mio contributo e mettere a disposizione le mie competenze per la crescita di questo paese, eravamo la culla dei paesi vesuviani, per turismo, per le imprese, per la cultura e lo sport, per tradizioni e folcrore. L’amministrazione Capasso, con Biagio Simonetti hanno tracciato la via, sta a noi adesso continuare il processo di crescita, e se fossi legittimato dal voto alle urne il 14 e 15 Maggio, sono certo che potrò dare il mio contributo a questo percorso di crescita e di continuità, credo nella mia candidatura, e nella mia giovane lista 80044 con Biagio Simonetti Sindaco, una lista fatta di tanti giovani professionisti, e ringrazio fin da ora coloro che esprimeranno una preferenza per me e per i candidati della mia lista.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti

Rubriche