giovedì 30 Maggio 2024
HomeCronacaT.Annunziata. Amante di un pregiudicato rapinata e picchiata dai familiari

T.Annunziata. Amante di un pregiudicato rapinata e picchiata dai familiari

TORRE ANNUNZIATA. Derubata e picchiata selvaggiamente per motvi sentimentali. Sono 7 le persone ritenute responsabili di una rapina e di un pestaggio ai danni di una donna di 45anni, per una relazione extraconiugale da lei intrattenuta con un noto pregiudicato del posto.

I carabinieri della Compagnia di Torre Annunziata hanno dato esecuzione a sette ordinanze cautelari di sottoposizione agli arresti domiciliari emesse dal Gip di Torre Annunziata, su richiesta di questa Procura della Repubblica, nei confronti di Vittorio Nappi, Salvatore Iovene, Anna De Simone, Patrizia Iovene, Annunziata Iovene, Miriana Iovene e Valeria Iovene. In particolare nei confronti di Vittorio Nappi e Salvatore Iovene il provvedimento restrittivo è stato emesso per il delitto di rapina e per il reato di lesioni aggravate. A carico delle donne invece l’ordinanza cautelare è stata adottata in quanto concorrenti nei reati di detenzione e porto illegali di arma da fuoco. L’attività investigativa ha tratto origine dalla denuncia di una donna che ha riferito di aver subito ad aprile una rapina da parte di due giovani, i quali le hanno sottratto con violenza l’autovettura a lei intestata. Le indagini hanno permesso di accertare l’identità dei due soggetti che si soo resi responsabili dei reati di rapina e lesioni personali, nonché hanno individuato cinque donne, tutte dello stesso nucleo familiare, le quali nelle fasi concitate degli eventi, si erano recate dalla vittima armate di pistola, per aggredirla e minacciarla. I reati in contestazione si collocavano nel solco di una escalation di violenze fisiche e verbali che la persona offesa ha subito per questioni di carattere sentimentale.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti

Rubriche