lunedì 26 Luglio 2021
HomeCronacaTerra dei fuochi, attività interforze a Napoli e Grazzanise

Terra dei fuochi, attività interforze a Napoli e Grazzanise

Grazzanise (Ce). Nell’ambito delle attività di repressione e prevenzione dell’abbandono illecito di rifiuti provenienti
da utenze domestiche, industriali e agricole, mirato anche alle discariche abusive, il Raggruppamento “Campania” dell’Esercito Italiano su base 7° Reggimento Bersaglieri ha svolto
un’operazione di controllo straordinario contro lo smaltimento illecito e sulla prevenzione di roghi industriali, artigianali e commerciali nel comune di Napoli e Grazzanise (Ce) secondo la programmazione dall’Incaricato per il contrasto del fenomeno dei roghi nella regione Campania nell’ambito della “Terra dei Fuochi”. A Napoli, in particolare, si è concentrata l’attenzione per due sere consecutive su un area usata come si scarica abusiva dai c.d. “svuota cantine” sita nei pressi del vecchio Macello comunale, ove nei giorni scorsi si erano accesi i riflettori dei media, richiamati da alcuni residenti che
avevano notato il ripetersi degli sversamenti illeciti dopo una radicale rimozione e pulizia effettuata dalla azienda municipalizzata ASIA.
L’11 e 12 Giugno sono entrati in azione 10 equipaggi misti, per un totale di 24 unità, dell’Esercito
Italiano della Polizia Municipale U.O. Tutela Ambientale di Napoli e Polizia Municipale di Grazzanise (Ce), hanno provveduto al controllo su strada identificando 23 persone e sanzionandone 6. Hanno inoltre provveduto al controllo di 23 veicoli, sanzionandone 6. Sono state
comminate al termine dell’intensa attività multe per un totale di euro 1.038,00. L’attività s’inquadra nelle azioni di “secondo livello” (cioè operate da pattuglie congiunte dall’Esercito Italiano e dai corpi di Polizia Municipale o Metropolitana) che si aggiungono ai
settimanali Action Day, con il coordinamento delle Prefetture di Napoli e Caserta.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti