mercoledì 24 Aprile 2024
HomeNewsTragedia nel cantiere a S.Anastasia, morto operaio 45enne

Tragedia nel cantiere a S.Anastasia, morto operaio 45enne

SANT’ANASTASIA. Tragedia all’interno di un cantiere edile, oggi pomeriggio, in via Madonna dell’Arco, all’interno di un cantiere edile è deceduto un operaio.

La tragedia si è verificata poco dopo le 15: all’interno di un cantiere che da proprio sulla via principale, in uno stabile in ristrutturazione. Sono in corso tutt’ora indagini dettagliate, da parte dei carabinieri ma sembrerebbe che l’uomo – Biagio Aniello Capozzi, 45 anni, coniugato, residente a San Gennaro Vesuviano ma originario di San Giuseppe Vesuviano – sia precipitato da un’impalcatura, da un’altezza di circa 5 metri. Sul posto sono giunti in pochi minuti i soccorsi del 118, purtroppo i medici non hanno potuto fare altro che constatarne l’avvenuto decesso. Troppo gravi le lesioni riportate dall’operaio in seguito all’impatto.

Sul posto una pattuglia dei carabinieri della locale stazione ed in seguito i colleghi della Compagnia di Castello di Cisterna per le indagini e la dinamica dell’incidente. La salma dell’operaio, per la quale il pm della procura di Nola ha disposto l’autopsia, è stata trasferita al II Policlinico di Napoli. L’esame autoptico potrebbe svolgersi già domani mattina, sarà quindi possibile in seguito restituirne la salma ai familiari.

Il militari dell’arma hanno sequestrato il cantiere edile, bisognerà verificare diversi fatti: la regolarità dei lavori e la posizione dell’operaio all’interno del cantiere. Tutto al momento è sotto strettissimo riserbo.

 

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti

Rubriche