martedì 16 Aprile 2024
HomeCronacaTruffa su siti d'incontri, dopo le "chat" i soldi. Arresti

Truffa su siti d’incontri, dopo le “chat” i soldi. Arresti

QUALIANO. Truffa su siti d’incontri, dopo le “chat” i soldi.

I Carabinieri della Stazione Quartiere 167 hanno sottoposto a fermo due soggetti, entrambi ritenuti responsabili di estorsioni e minacce ai danni persone che avevano risposto ad annunci su dei siti di incontri. Giovanni Dell’Annunziata 28enne di Melito di Napoli e Luana Spadaro 33enne di Taranto, entrambi già noti alle Forze dell’Ordine per estorsione, sono stati individuati e bloccati in un hotel sulla Circumvallazione esterna a Qualiano.
I due, avevano già adescato più di 400 persone in poco più di un anno. Pubblicavano degli annunci su dei siti di incontri e quando qualcuno ci cascava, gli scrivevano che prima dell’appuntamento avrebbe dovuto versare il denaro su una carta prepagata. Chi era d’accordo pagava e vedeva sparire sia i soldi che l’interlocutrice della chat, chi protestava invece per il pagamento anticipato andato a vuoto, veniva minacciato di pubblicazione della chat stessa sui social se non avesse versato altri soldi. Tutto questo, come accertato dai Carabinieri, avveniva da una camera d’albergo. I carabinieri sono risaliti ai due grazie alla ricostruzione dei versamenti effettuati su alcune prepagate che usavano e li hanno individuati nella stanza dell’hotel dove militari hanno anche rinvenuto e sequestrato sei carte prepagate, tredici schede telefoniche di vari gestori, 700 euro in denaro contante, cinque telefoni cellulari e un laptop. Nel corso delle perquisizioni domiciliari, conseguenti all’arresto, gli uomini dell’Arma hanno inoltre sequestrato a Dell’Annunziata altre quattro prepagate e un libretto postale. Dopo le formalità di rito i due soggetti sono stati associati al carcere dove il Gip, in sede di convalida, ha disposto il fermo.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti

Rubriche