martedì 27 Febbraio 2024
HomeCronacaVolla, la Polizia Metropolitana ritrova e sequestra un’auto rinazionalizzata rubata 2 anni...

Volla, la Polizia Metropolitana ritrova e sequestra un’auto rinazionalizzata rubata 2 anni fa

Volla.Nel corso di un’attività di controllo svolta nel territorio del comune di Volla, i funzionari e gli agenti della Polizia Metropolitana di Napoli hanno effettuato verifiche su una Smart For Four, all’apparenza dotata di documentazione regolare. A seguito di maggiori accertamenti effettuati dal personale della Polizia della Città Metropolitana sulla base di una specifica competenza, veniva acclarato che l’auto era stata rubata a Napoli nel 2022, successivamente immatricolata in Polonia e poi riportata in Italia dove era stata rinazionalizzata con nuove targhe italiane e nuova documentazione. La vettura, dal valore di 15 mila euro, sarà restituita al legittimo proprietario

Nell’ambito delle attività di istituto volte al presidio del territorio dell’area metropolitana di Napoli, gli uomini della Polizia Metropolitana, a seguito di un controllo di polizia effettuato in via Filichito a Volla, hanno proceduto a rintracciare e a sottoporre a sequestro penale un’autovettura, all’apparenza corredata di regolare documentazione, che è risultata poi oggetto di furto a Napoli nel gennaio del 2022.

Gli operatori di polizia, durante i controlli di rito esperiti sull’automobile, una Smart For Four, precedentemente immatricolata in Polonia, insospettiti da alcune verifiche dagli esiti contraddittori, hanno accertato che il telaio inciso sul veicolo non era conforme a quello originale prodotto dalla casa madre.

A questo punto, grazie a particolari controlli attivati dagli ufficiali e agenti della Polizia Metropolitana, coordinati dal Comandante Lucia Rea, si è scoperto che il telaio legato al veicolo fosse in realtà stato “contraffatto” per occultare quello originale su cui pendeva, per l’appunto, una denuncia di furto sporta nel 2022.

Successivamente al furto, dunque, per nasconderne la provenienza illecita, l’auto era stata dapprima immatricolata in Polonia e poi, dopo pochi mesi, riportata in Italia dove veniva rinazionalizzata con nuove targhe italiane e nuova documentazione.

Il possessore è stato deferito all’Autorità giudiziaria per il reato di riciclaggio mentre il veicolo, del valore di circa 15mila euro, dopo gli ulteriori accertamenti di polizia giudiziaria verrà restituito al legittimo proprietario.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti

Rubriche