mercoledì 28 Febbraio 2024
HomeCronaca14 e 15 anni, baby rapinatori identificati dai Carabinieri. Armati, rapinavano coetanei...

14 e 15 anni, baby rapinatori identificati dai Carabinieri. Armati, rapinavano coetanei del cellulare

CASORIA. I Carabinieri della Stazione di Casoria (NA) hanno dato esecuzione all’ordinanza di misura cautelare della permanenza in casa emessa dal tribunale per i Minorenni di Napoli – Ufficio del Giudice per le Indagini Preliminari nei confronti di tre minori ritenuti responsabili, in concorso, di rapina aggravata.
I tre giovani, aventi 14 e 15 anni, sono infatti ritenuti responsabili di tre differenti episodi di rapina a mano armata perpetrati nei comuni di Casoria (NA) e Frattamaggiore (NA) nello scorso mese di ottobre ai danni di altri soggetti minorenni.
In effetti, secondo quanto cristallizzato dalle attività d’indagine condotte dai militari, i tre ragazzi, a bordo di uno scooter (risultato poi di proprietà del nonno di uno dei minori), avrebbero avvicinato le vittime sulla pubblica via e, sotto la minaccia di un coltello, si sarebbero fatti consegnare i loro telefoni cellulari prima di darsi alla fuga.
Tale dinamica, oltre che dalle immagini di videosorveglianza acquisite nel corso delle indagini, è stata confermata anche dagli stessi giovani che, una volta vistisi scoperti, hanno confessato quanto commesso in sede di interrogatorio di fronte ai Carabinieri.
I tre minori, quindi, sono stati sottoposti alla misura della permanenza in casa, come disposto dall’Autorità Giudiziaria.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti

Rubriche