lunedì 20 Maggio 2024
HomePoliticaSpostamento dei servizi dell’Asl, nell'ex Ufficio del Giudice di Pace

Spostamento dei servizi dell’Asl, nell’ex Ufficio del Giudice di Pace

OTTAVIANO. Spostamento dei servizi dell’Asl, ecco la soluzione del Comune di Ottaviano.

Sul trasferimento dei servizi sanitari dal territorio di San Giuseppe Vesuviano e Ottaviano, l’amministrazione comunale di Ottaviano ha da tempo avviato un confronto con l’Asl Napoli 3 Sud per scongiurare lo spostamento di tali servizi e ridurre i disagi per i cittadini.

Nello specifico, l’amministrazione comunale di Ottaviano ha anche individuato una soluzione, già prospettata all’Asl: l’utilizzo dei locali dell’ex Ufficio del Giudice di Pace, in viale Elena, di proprietà del Comune. Tecnici e funzionari dell’Asl hanno già effettuato una serie di sopralluoghi nei locali, mentre più volte il sindaco Luca Capasso e l’assessore Salvatore Rianna hanno incontrato i vertici dell’azienda sanitaria (attualmente l’Asl Napoli 3 Sud è guidata dal commissario straordinario Antonietta Costantini) per discutere di un eventuale accordo.

Allo stato attuale, il Comune di Ottaviano sta dialogando con l’Asl per definire i servizi sanitari che potrebbero essere erogati nei locale di viale Elena. Spiegano il sindaco Capasso e l’assessore Rianna: “Stiamo lavorando per impedire un depauperamento dei servizi e tentare di garantire agli ottavianesi e ai cittadini dei Comuni vicini il maggior numero possibile di prestazioni. Alla commissaria straordinaria abbiamo spiegato che lo spostamento dei servizi da questa zona rappresenta un danno gravissimo ma, soprattutto, abbiamo indicato una soluzione concreta, che potrebbe ridurre ai minimo i disagi per la popolazione”

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti

Rubriche