martedì 21 Maggio 2024
HomePoliticaConsiglio Metropolitano, de Magistris ai partiti: “Prevalga responsabilità”

Consiglio Metropolitano, de Magistris ai partiti: “Prevalga responsabilità”

NAPOLI. “Sono sicuro che la sensibilità amministrativa e istituzionale delle forze politiche presenti in Consiglio ma soprattutto gli interessi dei nostri concittadini della Città Metropolitana prevarranno affinchè si possa scongiurare la perdita di fondi per scuole e strade dei Comuni della Città Metropolitana di Napoli”. Così il Sindaco Metropolitano, Luigi de Magistris, a margine della seduta di Consiglio Metropolitano convocata per questo pomeriggio nell’aula consiliare di Santa Maria la Nova e andata deserta per mancanza del numero legale.

La cifra complessiva delle delibere adottate dal Sindaco in via d’urgenza che l’Assemblea di Santa Maria la Nova è chiamata a ratificare entro la fine dell’anno ammonta a circa 16 milioni di euro.

“La Legge Delrio nelle Città Metropolitane non crea maggioranza ed opposizione, ciascun Consigliere viene qui con le proprie idee politiche ma soprattutto col suo ruolo istituzionale affinchè gli obiettivi strategici della Città Metropolitana possano essere perseguiti. Sono sicuro che la sensibilità amministrativa e istituzionale delle forze politiche presenti in Consiglio ma soprattutto gli interessi dei nostri concittadini della Città Metropolitana alla fine prevarranno. Ed è per questo che abbiamo riconvocato il Consiglio per il 30 dicembre, per scongiurare che possano andare persi fondi per scuole e strade dei Comuni della Città Metropolitana, che tra l’altro hanno amministrazioni con colori politici differenti tra sé e dal Sindaco della Città metropolitana”. È quanto affermato il Sindaco della Città Metropolitana di Napoli, Luigi de Magistris, a margine della seduta di Consiglio Metropolitano convocata per questo pomeriggio nell’aula consiliare di Santa Maria la Nova e andata deserta per mancanza del numero legale.
“Altra cosa è la dialettica politica – ha continuato il Sindaco – che in Consiglio Metropolitano deve necessariamente fare un passo indietro perché, per come è conformata la legge Delrio, ribadisco, non potrà mai esserci nella nostra Città Metropolitana una maggioranza ed una opposizione come nei Consigli comunali”.
“Per questo – ha concluso de Magistris – rivolgo un appello a tutte le forze politiche, al Pd, a Forza Italia, al Movimento 5 Stelle, oggi non presenti in aula, ad offrire un contributo sui fatti concreti, sulle azioni, sulle opere, conservando ovviamente ciascuno il diritto di critica sul piano politico e strategico su ogni scelta che si va a compiere, per non compromettere gli interessi delle collettività.
Io sono convinto, tuttavia, che anche allo scadere dell’esercizio finanziario, possa esserci il contributo fattivo di tutti i Consiglieri affinchè venga scongiurata la perdita di questi fondi, altrimenti non ci saranno vincitori nè vinti ma a perdere saranno i cittadini. Se il 30 si riuscirà ad approvare queste delibere, a vincere saranno i cittadini della Città Metropolitana”.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti

Rubriche