sabato 26 Novembre 2022
HomeCronacaAgguato mortale nel rione Pontecitra, ucciso un 33enne sotto casa

Agguato mortale nel rione Pontecitra, ucciso un 33enne sotto casa

MARIGLIANO. Agguato mortale nel rione Pontecitra. Francesco Esposito, 33 anni di Napoli, con diversi precedenti per droga, è stato ucciso questa notte davanti il portone di casa.

Freddato a pochi metri dall’ingresso della palazzina, nell’isolato 9, dove aveva il proprio domicilio. Qualcuno lo stava aspettando. E quando Francesco Esposito è arrivato gli hanno fatto fuoco: una sola pallottola al torace. Il colpo è stato mortale per il 33enne che aveva appena citofonato alla moglie. L’agguato è avvenuto poco dopo la mezzanotte. Sul luogo dell’omicidio sono intervenuti i carabinieri del Nucleo investigativo di Castello di Cisterna. La vittima – al momento la terza che macchia di sangue l’asfalto del Napoletano dopo i due omicidi avvenuti due giorni fa a Bagnoli e al Rione Don Guanella – potrebbe essere stata uccisa nell’ambito di una feroce guerra fra opposte fazioni criminali. Clan, gruppi, bande di vecchi esponenti usciti dal carcere che cercano di risorgere e nuovi volti della malavita emergente. Al momento questa resta l’ipotesi investigativa. I militari del Nucleo che stanno investigando su quest’ultimo omicidio hanno rinvenuto un bossolo proveniente da una pistola calibro 9. Come omertà insegna non vi sono stati testimoni, neanche la moglie, che ha raccontato di aver aperto il portone ma non ha visto nulla. Controlli a tappeto tutt’ora in corso nella zona popolare del rione Pontecitra dove insista una vasta piazza di spaccio e dove ci sta facendo la guerra – tra bande – per accaparrarsi l’intera zona e detenere il controllo del traffico degli stupefacenti.

La salma della vittima è stata trasferita alla Medicina legale del II Policlinico di Napoli per l’esame autoptico. Le indagini sono eseguite dai carabinieri del Nucleo investigativo insieme ai militari del Gruppo della compagnia di Castello di Cisterna.

 

di Patrizia Panico

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti