venerdì 25 Giugno 2021
HomePoliticaConsorzio cimiteriale, Piricelli: trasparenza, risparmio e gestione oculata

Consorzio cimiteriale, Piricelli: trasparenza, risparmio e gestione oculata

Consorzio cimiteriale Casoria, Arzano, Casavatore già oggetto di infiltrazioni camorristiche. Linea dura e regole ferree impartite dal presidente del consorzio comandante colonnello Antonio Piricelli trasparenza, risparmio e gestione oculata.

Sono trascorsi pochi giorni dalla elezione del Presidente del consorzio cimiteriale tra i comuni di Casoria Arzano e Casavatore , che ha visto il comandante colonnello Antonio Piricelli essere eletto.  Il comandante non ha perso tempo, ha  avviato da subito un’immediata azione rigida e decisa tesa al rispetto delle leggi e dei cittadini contribuenti. L’elezione a Presidente del colonnello Piricelli è stata molto gradita dai Prefetti che reggono le sorti dei comuni di Arzano sciolto per infiltrazioni camorristiche e di Casoria sciolto a seguito di dimissioni dei consiglieri comunali. Ricordiamo che il consorzio cimiteriale negli anni è stato oggetto di indagini accurate sempre nell’ambito delle attività legate alle infiltrazioni camorristiche ed ad una gestione non molto attenta , non a caso immediatamente in questi giorni sembra che il comandante Piricelli con nota a propria firma abbia richiesto che tutte le procedure siano finalizzate ad avere una corretta ed oculata gestione  , che si dia la priorità ad avere il massimo risparmio su tutte le attività svolte dall’Ente, che si faccia tutto con la massima trasparenza e pubblicità e soprattutto si segua la linea di mandato che hanno voluto i Prefetti ed il Sindaco nella loro qualità  di componenti dell’assemblea. Il comandante Piricelli ha richiesto una serie di atti tra i quali il conferimento incarichi esterni, l’elenco dei lavori effettuati , l’elenco delle ditte affidatarie di lavori o forniture, l’affidamento di servizi di vario genere a società o associazioni , le procedure o gare in corso ed espletate e se vi versamenti effettuati da parte dei comuni e quali di essi sono in regola o morosi verso il consorzio.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti