giovedì 13 Giugno 2024
HomeCronacaControlli e sequestri della Finanza per tutelare fedeli e turisti a Pompei

Controlli e sequestri della Finanza per tutelare fedeli e turisti a Pompei

Il mese mariano porta a Pompei migliaia di fedeli e turisti e in questi giorni le Fiamme Gialle del Comando Provinciale di Napoli, anche alla luce delle indicazioni fornite dal Prefetto di Napoli Michele di Bari in seno al Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, hanno intensificato le attività di controllo economico del territorio nei pressi del Santuario della Beata Vergine Maria del Santo Rosario di Pompei. Sono state controllate 210 persone e 118 veicoli, svoperti 3 lavoratori in “nero” e sequestrato un terreno di 1500 metri utilizzato, senza le opportune autorizzazioni, cone parcheggio per i camper.
In particolare, i controllo alle attività commerciali limitrofe al santuario dono stati individuati tre lavoratori in nero” ed è stato sequestrato, a pochi chilometri dagli Scavi Archeologici, il terreno adibito abusivamente ad area sosta di camper di turisti, per lo più stranieri, in spregio della normativa ambientale afferente allo scarico delle acque reflue e delle leggi di Pubblica Sicurezza, nonché completamente sconosciuto al fisco. La titolare dell’attività abusiva è stata denunciata anche perché esercitava, all’interno del “finto” parcheggio, la vendita di alimenti e bevande senza alcun tipo di autorizzazione, tra cui diversi liquori, sottoposti a sequestro in quanto privi del contrassegno di Stato e dunque posti in vendita senza l’assolvimento dell’accisa.
Sono state constatate numerose violazioni sia alla normativa fiscale che agli obblighi di esposizione prezzi da parte, tra gli altri, dei titolari delle bancarelle, delle quali sono state controllate, altresi, le concessioni di occupazione del suolo pubblico.
I “baschi verdi” del Gruppo Torre Annunziata (guidati dal colonnello Gennaro Pino), sempre nelle vicinanze del centro cittadino di Pompei, hanno, inoltre, sottoposto a controllo 210 persone e 118 veicoli, irrogando numerose sanzioni al Codice della Strada e sottoponendo a sequestro amministrativo 3 autovetture per mancanza di copertura assicurativa e di revisione periodica.
Ë stato denunciato all’autorità giudiziaria oplontina, inoltre, un autista intento a trasportare turisti in assenza di regolare licenza, per esercizio abusivo della professione nonché per false dichiarazione sulla propria identità.
È stato segnalato, infine, alla Prefettura di Napoli una persona per violazione delle disposizioni del Testo Unico stupefacenti.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti

Rubriche