martedì 5 Dicembre 2023
HomeSport"Facciamo chiarezza sulla Viribus Unitis 1917 e sullo stadio Nappi"

“Facciamo chiarezza sulla Viribus Unitis 1917 e sullo stadio Nappi”

Nella vita, come nello sport, esistono delle regole che bisogna rispettare, soprattutto quelle “Non scritte” e che sono basate sulla verità, correttezza ed educazione.

Quindi vogliamo chiarire alcune questioni legate alla vita sportiva e non,della nostra Città.

Ci teniamo a precisare che le squadre che militano in un campionato ufficiale della LND – FIGC Campania sono 3 (e non 2 ,come indica l’articolo sopra citato). Siamo certi, che la vostra testata giornalistica abbia commesso un errore di battitura (e non di pigrizia, nel reperire prove).

Ci preme sottolineare, che per noi lo Stadio Comunale di Somma Vesuviana “Felice Nappi”è un luogo SACRO, di aggregazione e sport. Pertanto, è sempre stato idealizzato come “La casa” di tutta la popolazione Sommese e sempre tale resterà.

A titolo informativo, infatti, facciamo presente che anche se l’Ente Comunale, era ampiamente a conoscenza della nostra massima disponibilità per contribuire al miglioramento della struttura, lo stesso ha scelto di escluderci (senza motivazione alcuna), dagli incontri e/o inviti con i responsabili , per raccogliere i consensi e argomentare la progettazione. (Per l’appunto dai documenti di consultazione pubblica risultano invitate al tavolo solo le 2 squadre citate nell’articolo, un’associazione che gestisce un piccolo impianto sportivo privato e 2 società con sede a Nola).

Appuriamo, inoltre, con non poco malcontento, che anche dopo l’emissione di una sentenza della Corte Federale, persiste l’utilizzo improprio della nostra denominazione sociale. Pertanto, visto il protrarsi del tempo e dei vani solleciti in via ufficiosa, ci ritroviamo costretti a ricorrere ulteriormente ed in via ufficiale, alla Giustizia Sportiva. (Ricordiamo infatti ,che la Stessa è stata già interpellata nel 2015 e nel 2016 si è pronunciata condannando chi ha fatto abuso illecito del nostro identificativo, imponendone la rimozione dai siti web e vietandone qualsivoglia utilizzo).

(Pubblichiamo la sentenza integrale e invitiamo i lettori a riscontrare la nostra regolarità sia con la matricola FIGC e sia con quella fiscale).

Siamo consapevoli che, anche con queste precisazioni, persisterà il silenzio del Primo Cittadino e della macchina Comunale.

Qualcuno vestirà i panni di “padrone” di una struttura di proprietà pubblica, sopratutto senza dar conto a nessuno.

Ciò nonostante, noi continueremo a svolgere le nostre attività sportive, continuando a tener fede agli impegni presi e quelli che prenderemo, rispettando tutti e ringraziando chi da circa 40 anni contribuisce a fare sport, senza chiedere interventi ai singoli cittadini.

In conclusione, essendo lo stile una delle nostre principali connotazioni, auguriamo un buon anno sportivo a tutti.

Polis. Viribus Unitis 1917

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti

Rubriche