mercoledì 28 Settembre 2022
HomePoliticaForza Italia bissa: a Somma sta al governo e in minoranza

Forza Italia bissa: a Somma sta al governo e in minoranza

Somma Vesuviana. Prima una bandiera di Forza Italia posta sulla spalle del neo eletto sindaco Pasquale Piccolo, poi una foto, anzi più foto, che ritraggono un consigliere comunale e alcuni dirigenti e personaggi politici delle liste civiche di maggioranza insieme al senatore Enzo D’Anna alla convention organizzata a Napoli dall’europarlamentare di Forza Italia Raffaele Fitto. Elementi che hanno “disorientato” gli elettori. A Somma Vesuviana il partito guidato da Silvio Berlusconi sta in maggioranza o all’opposizione? Già perché al ballottaggio Piccolo si è confrontato proprio con il candidato sindaco degli “azzurri” Antonio Granato che ora è in minoranza con altri 5 consiglieri di Fi ed uno tesserato, ma eletto in una lista civica. Un’ipotesi che sembrava lontana nei giorni scorsi dopo che i berlusconiani avevano fatto affiggere un manifesto in cui confermavano “il ruolo di vigilanza e di opposizione costruttiva per l’interesse della città”. Concetto che oggi rafforza lo stesso Granato. “Il gruppo consiliare di Forza Italia, convocato per domani sera (stasera per chi legge, ndr) , è rappresentato da me e dai consiglieri candidati e successivamente eletti in quella lista”, spiega, “Nell’incontro di gruppo della scorsa settimana si è deciso di ringraziare i cittadini con un manifesto e si è precisata la posizione ufficiale del partito che tale resta. Domani ci sarà un nuovo incontro nel quale discuteremo anche della scelta del capigruppo consiliare, per noi non cambia nulla”. Sulla stessa linea d’onda anche il capolista di Forza Italia, Giuseppe Sommese, ora eletto in consiglio con Giuseppe Di Palma, Lucia Di Pilato, Giandomenico Di Sarno e Salvatore Di Sarno per Alleanza per Somma. “Forza Italia a Somma è collocata all’opposizione dell’amministrazione Piccolo questo è innegabile. Il fatto poi, che alcuni si dicano di Forza Italia ben venga. E’ positivo che in città ci siano così tanti simpatizzanti del nostro partito, ma noi restiamo all’opposizione”. E l’ipotesi che dagli “azzurri” possa arrivare una stampella a Piccolo in caso di difficoltà interne per via di questa “convergenza di passioni politiche ” Sommese chiarisce: “Non posso sindacare la volontà di ogni consigliere, ognuno può avere le proprie ambizioni, per quanto mi riguarda e per quello che abbiamo stabilito, il gruppo resterà all’opposizione e farà quello che il voto ha decretato: c’è una maggioranza civica guidata da Piccolo e c’è una minoranza di Fi che, insieme al Pd, farà opposizione utile per la città, nessuna volontà da parte nostra di fare la stampella del sindaco. Nel partito è nata una dialettica tutta romana, per stabilire come gestire il dopo Berlusconi. Se con le primarie come sostiene Fitto o con una nomina come dice Toti, ma non riguarda le questioni locai che saranno gestite con congressi che si faranno presto. Noi riconosciamo gli attuali organigrammi regionali e provinciali e così resta”. Chi non ci vede nulla di strano in questa strana “dicotomia” è Vincenzo Piscitelli il consigliere ritratto nella foto con D’Anna, che fino a poco prima delle elezioni era capogruppo consiliare di Forza Italia e che aveva avuto il compito di coordinare le trattative in vista del voto (incarico cui poi rinunciò per candidarsi nella lista civica Aurora). “Non è una posizione particolare”, commenta, “Alle ultime Europee ho votato Fi, sono stato eletto in una lista civica, ma sono una persona di centrodestra. A Somma c’è Forza Italia che come partito ha scelto di fare un percorso diverso e poi ci sono alcuni militanti e simpatizzanti, come me, che hanno scelto di farne un altro. Ho votato Forza Italia e non c’è alcuna situazione di ambiguità, siamo stati con alcuni amministratori comunali a salutare Fitto, e non ci vedo nulla di strano”.

DA METROPOLIS DEL 25 GIUGNO

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Gabriella Bellini
Gabriella Bellini
Gabriella Bellini è nata a Tropea (VV), giornalista professionista dal 2003, ha cominciato a lavorare nel 1994 nella redazione giornalistica di Televideo Somma, ha collaborato con Tele Oggi, Il Giornale di Napoli, Il Mattino, il Corriere del Mezzogiorno (dorso campano del Corriere della Sera), Cronaca Vera, Retenews, è stata redattore del settimanale Metropolis (poi diventato quotidiano) e di Cronache di Napoli. Ha condotto un programma di informazione e approfondimento su Radio Antenna Uno. Nel febbraio 2007 ha creato con altri colleghi il sito web laprovinciaonline.info di cui è il direttore. Dal 2017 è componente della Commissione Pari Opportunità dell'Ordine dei Giornalisti della Campania Nel 2009 ha ottenuto il prestigioso riconoscimento all’Impegno Civile del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, destinato ad un giovane cronista che si “sia distinto nel suo lavoro sul tema della diffusione della Cultura della Legalità” ottenendo così il premio nazionale “Per la Cultura della Legalità e per la Sicurezza dei Cittadini”. Nel 2012 il Premio internazionale Città di Mariglianella “Gallo d’Oro” per i “numerosi reportage sui temi della povertà e dell’emarginazione”. Nel 2013 il premio “Città di Saviano, giornata per la legalità” per “L'impegno profuso a favore della promozione e diffusione dei valori della legalità". Nel 2015 menzione speciale “L’ambasciatore del sorriso” per “L’instancabile attività di reporter, votata a fotografare con sagacia le molteplici sfaccettature della nostra società”. Nel 2016 il Premio “Antonio Seraponte” con la seguente motivazione “Giornalista professionista sempre presente e puntuale nel raccontare i fatti politici e di cronaca. In poco più di un decennio a suon di bravura ha ottenuto prestigiosi riconoscimenti per essersi distinta su temi importanti come la diffusione della cultura della legalità, della sicurezza dei cittadini e per l’impegno sui temi della povertà e dell’emarginazione”. Nel 2019 il premio Napoli Cultural Classic "Donna straordinaria, esponente della stampa locale che attraverso la sua autentica e graffiante penna racconta il nostro territorio anche fuori dai confini. Sempre attenta alla realtà politico-sociale che analizza con puntualità e chiarezza, riesce a coniugare la divulgazione al grande pubblico con l'obiettività suggerita dalla grande esperienza umana che l'accompagna". Nel 2022 Premio di giornalismo “Francesco Landolfo”

Articoli recenti