venerdì 14 Maggio 2021
HomeCronacaPesce pronto per Natale ma in pessime condizioni, sequestrato - foto

Pesce pronto per Natale ma in pessime condizioni, sequestrato – foto

GIUGLIANO. Era tutto pronto per finire sulle tavole a Natale a discapito dei consumatori, la guardia di finanza blocca tutto e sequestra quintali di prodotti ittici tenuti in pessime condizioni igienico sanitarie.

gdf-sequestro-prodotti-ittici-pessime-condizioni-igienico-sanitarie-giugliano
gdf-sequestro-prodotti-ittici-pessime-condizioni-igienico-sanitarie-giugliano

I responsabili devono rispondere di un lungo elenco di violazioni alle leggi sanitarie e della sicurezza alimentare. Il blitz di poche ore fa rientra nell’ambito dei servizi di prevenzione e di controllo economico del territorio, con particolare attenzione al fenomeno della sicurezza prodotti e delle frodi alimentari, i finanzieri del Comando provinciale della guardia di finanza di Napoli hanno sequestrato, nel comune di Giugliano in campania, un ingente quantitativo di pesce, stoccato in pessime condizioni igienico-sanitarie, pronto per essere immesso nel circuito commerciale.

prodotti-ittici-sequestro3
prodotti-ittici-sequestro3

In particolare, le fiamme gialle del Gruppo locale, nel corso di un’autonoma attività info-investigativa avviata nello specifico settore a contrasto della commercializzazione di prodotti nocivi o pericolosi per la salute pubblica, hanno individuato un deposito di stoccaggio di prodotti ittici con gravi carenze igienico-sanitarie. All’intero del locale, stipato in contenitori di polistirolo pronti per la distribuzione, i finanzieri hanno trovato un ingente quantitativo di pesce in cattivo stato di conservazione che a breve sarebbe finito sulle tavole dei consumatori.

sequestro-prodotti-ittici2
sequestro-prodotti-ittici2

Tutti i prodotti presenti all’interno del deposito sono stati sequestrati: l’intero pescato è stato bollato ‘in pessime condizioni’. Non solo, lo stesso vale per il deposito – quest’ultimo ritenuto non idoneo e non dichiarato alle autorità competenti quale luogo di produzione, trasformazione e distribuzione di alimenti – è stato segnalato all’autorità giudiziaria competente il responsabile dell’attività.

La vasta operazione di questa mattina testimonia il costante presidio svolto dalle fiamme gialle di Napoli sul territorio partenopeo e dell’hinterland, teso alla salvaguardia delle leggi vigenti per la tutela del consumatore ed a contrasto di un fenomeno connotato da forte pericolosità sociale, soprattutto in questo periodo delle festività natalizie.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti