martedì 28 Maggio 2024
HomeCronacaReati ambientali, tra Pomigliano e Scisciano 7 attività commerciali sequestrate, 3 denunciati...

Reati ambientali, tra Pomigliano e Scisciano 7 attività commerciali sequestrate, 3 denunciati e sanzioni per 60.000 euro

Nuove operazioni volte a prevenire e sanzionare gli illeciti ambientali sono state condotte dagli uomini e dalle donne del contingente dell’Esercito Strade Sicure – Terra dei fuochi (su base 82° Reggimento fanteria Torino), dai reparti territoriale e dagli assetti specialistici delle Forze di Polizia e dalle Polizie locali, con il supporto delle componenti tecniche attive nella prevenzione dei roghi.
Task force e action day interforze hanno messo in atto una rete di controlli mobili su strada e ulteriori verifiche presso attività e sedi produttive e commerciali. Il bilancio degli ultimi giorni è significativo. L’area della Città metropolitana di Napoli ha visto intensificare i servizi nel capoluogo, a Casalnuovo, Castello di Cisterna, Pomigliano d’Arco, Scisciano e San Giuseppe Vesuviano. I risultati contano 7 sequestri di attività commerciali, 3 soggetti denunciati e sanzioni per circa 60.000 euro.

Di grande impatto per la tutela della salute dei cittadini l’ulteriore intervento, frutto della sinergia tra Esercito, Nucleo ambientale della Polizia locale di Napoli e Asl Napoli 1, che ha portato alla chiusura e alla denuncia dei titolari di due strutture per la lavorazione di carni e frattaglie nell’area di Poggioreale, dopo la verifica di gravi violazioni sanitarie e ambientali e il sequestro e distruzione di un ingente quantitativo di prodotti, pronti ad essere messi in vendita. In Terra di lavoro, il programma dei controlli si è concentrato sul territorio del capoluogo e attorno ad Aversa, Casagiove e San Nicola la Strada., con tre attività colpite da sequestro, due denunciati e sanzioni pecuniarie per 50.000 euro. Un ulteriore attività mirata a Maddaloni ha consentito agli operatori della Polizia metropolitana e provinciale di porre sotto sequestro un’autocarrozzeria di 1000 mq, priva delle più elementari autorizzazioni ambientali e di sicurezza, e un lavaggio di autocarri abusivo.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti

Rubriche