venerdì 14 Giugno 2024
HomeCronacaRissa tra condomini, un arresto e due donne denunciate

Rissa tra condomini, un arresto e due donne denunciate

ACERRA – Botte da orbi in via Sand. Una rissa scoppiata l’altro giorno per motivi condominiali è sfociata in un’arresto e la denuncia di due donne in stato di libertà.


La “guerra” di condominio è esplosa tra due gruppi di persone. Secondo le successive indagini dei carabinieri, a provocare il putiferio sono state due donne insieme ad altri sodali. Ma ad essere arrestato è stato invece un 61enne, Luigi Panico, che preso dalla furia, non voleva sentire ragione di smettere.

Quando infatti sono intervenuti i carabinieri della locale stazione, si è rivoltato anche contro di loro. E alla richiesta degli uomini dell’Arma di fornire i documenti, Panico li ha aggrediti. Così non ha fatto altro che peggiorare le cose.

E’ stato infatti bloccato e trasferito in carcere dove lo attende il rito per direttissima. L’accusa è di resistenza a pubblico ufficiale. Per le due donne, il cui comportamento ha messo in moto la rissa, è scattata la denuncia a piede libero.

Anna Maria Romano

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti

Rubriche