domenica 26 Settembre 2021
HomeAppuntamentiS.Anastasia. "Marchio di qualità sanitaria", un convegno per discutere delle possibilità

S.Anastasia. “Marchio di qualità sanitaria”, un convegno per discutere delle possibilità

SANT’ANASTASIA. Un convegno per discutere del “Marchio di qualità sanitaria ambientale agroalimentare e dell’allevamento in Regione Campania”, si terrà martedì 1 aprile alle ore 18 presso la sala dell’ex ristorante Pascarella, in piazza IV novembre a Sant’Anastasia

A dare i saluti iniziali Ciro Fiore, presidente della Pro Loco Dell’Arco, mentre l’introduzione è affidata a Gennaro Oliviero consigliere regionale e promotore dell’iniziativa di Legge sul Marchio di Qualità Sanitaria, interventi di Antonio Limone, Commissario Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Mezzogiorno, Raffaele Coccia consulente ambientale, Vincenzo d’Alessandro ‘e Curti – Sant’Anastasia e Alberto Capasso consiglio regionale SLOW FOOD

Con il convegno, patrocinato dall’Ente e dalla Regione Campania, scende in campo la Pro Loco dell’Arco, con il suo presidente Ciro Fiore, perché “dall’impegno di tutti possono arrivare buoni frutti” e gli agricoltori anastasiani veder tutelati i loro sforzi di immettere sul mercato sia le produzioni tradizionali che quelle biologiche con maggiori certezze di vendita ed assicurazioni per i consumatori.

“Ad oggi alcuni agricoltori e imprenditori anastasiani trovano, sull’onda negativa delle questioni della terra dei fuochi, difficoltà a vendere. Ma – spiega Ciro Fiore – se i fondi agricoli vengono sottoposti a verifica e indagine sanitaria e vengono dichiarati sani, i prodotti in conseguenza saranno sani. Quindi, conoscendo bene il nostro territorio, questo convegno nasce dalla necessità di salvaguardare le nostre terre, per la maggior parte non coinvolte nel fenomeno del deposito incontrollato di rifiuti e dalla certezza che abbiamo della bontà dei nostri prodotti agricoli”.

“In un certo senso – dice Raffaele Coccia – vorremmo far cogliere a tutti gli interessati l’opportunità della legge regionale, che, grazie all’impegno del consigliere regionale Gennaro Oliviero, ha istituito il “marchio di qualità sanitaria ambientale, agroalimentare e di allevamento (MQS)”. Praticamente, mediante la sperimentazione affidata alle AA.SS.LL. della Regione, all’Istituto Zooprofilattico ed all’Arpac, può essere superato il problema mediatico dell’inquinamento ambientale che tanto negativamente incide sulla vendita dei nostri prodotti, perché la sanità dei suoli sarà certificata con tecniche specifiche. Ottenuto il marchio di qualità sanitaria, l’agricoltore e i rivenditori potranno senza dubbio garantire ai propri clienti la bontà e l’eccellenza dei loro prodotti. Il convegno ha anche un altro scopo: contribuire al superamento dell’attuale crisi economica, favorendo la ripresa del commercio che ruota intorno ai prodotti tipici anastasiani”.

“E’ necessario dare fiducia ai consumatori dei prodotti locali e convegni come questo, in un periodo in cui gli acquisti sono generalmente calati, vanno incoraggiati e sostenuti dall’Ente. Il territorio – afferma il Commissario Straordinario, dott.ssa Anna Nigro – va sempre salvaguardato e se con il marchio di qualità sanitario si avvia un circuito virtuoso si avranno vantaggi positivi per tutti”.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti