lunedì 26 Luglio 2021
HomeCronacaSequestri per 2 milioni di euro ad un contrabbandiere di sigarette

Sequestri per 2 milioni di euro ad un contrabbandiere di sigarette

Marano. Il Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria della Guardia di Finanza
di Napoli ha proceduto, su disposizione della Sezione Misure di Prevenzione del Tribunale di Napoli, al sequestro, tra Marano di
Napoli e San Remo (Imperia), di un ingente patrimonio del valore di oltre 2 milioni di euro riconducibile ad uno storico contrabbandiere di sigarette.
Le Fiamme Gialle hanno acquisito al patrimonio dello Stato 3 immobili, oltre a beni mobili di lusso e disponibilità finanziarie,
riconducibili al napoletano CAFIERO Rocco detto “O’ Capriariello”, condannato nel 1987 dalla Corte di Appello di Bologna per
contrabbando di tabacchi lavorati esteri, nel 1988 dalla Corte di Appello di Palermo per associazione per delinquere e per
associazione finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti e nel 1993 dal Tribunale di Roma per contrabbando.
Il provvedimento ablativo è stato emesso a seguito della sentenza di condanna per associazione per delinquere finalizzata al
contrabbando di sigarette a carico del “proposto” e scaturisce dagli
accertamenti economico-patrimoniali effettuati dagli specialisti delle Fiamme Gialle partenopee.
Infatti, il monitoraggio effettuato dal G.I.C.O. di Napoli ai sensi del
Codice Antimafia ha fatto emergere, grazie ai riscontri sviluppati anche attraverso l’utilizzo delle banche dati in uso al Corpo, una marcata sproporzione tra le fonti di reddito lecite di cui il soggetto disponeva ufficialmente e il patrimonio di beni mobili e immobili di rilevante valore negli anni accumulato.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti