lunedì 15 Aprile 2024
HomePoliticaSomma, moglie del sindaco assunta al Comune. La domanda di Bianco...

Somma, moglie del sindaco assunta al Comune. La domanda di Bianco a Di Maio: “Perché tace su questo episodio?”

Somma Vesuviana. “Il Movimento Cinque Stelle ha portato avanti una battaglia di legalità e trasparenza che ha cambiato l’Italia: anche chi non condivide le idee dei pentastellati non può fare a meno di riconoscerlo. Come è possibile
che a Somma Vesuviana siano dalla parte di un sindaco che assume la moglie al Comune, senza concorso, consentendole di accumulare contributi
previdenziali ed esperienza nella pubblica amministrazione a discapito di altri? Come è possibile che Luigi Di Maio, ministro del nostro
Governo e fondatore dei Cinque Stelle, venga a Somma Vesuviana e accetti tutto questo? Di Maio è a conoscenza degli errori di Di Sarno?”. A chiedersi tutto questo è Giuseppe Bianco, candidato sindaco a Somma Vesuviana sostenuto da sette liste: PD, Psi, Primavera Sommese, Onda
Bianca – Alternativa Civica, Siamo Sommesi, Per Somma, lista Bianco. Bianco ha più volte denunciato la circostanza per cui la moglie del
sindaco attuale è stata assunta nello staff del primo cittadino senza un concorso e senza alcuna selezione, rinunciando allo stipendio ma
maturando esperienza nella pubblica amministrazione e contributi previdenziali. Ecco perché si rivolge ai Cinque Stelle e a Di Maio,
chiedendo loro se sono a conoscenza del fatto.
“Se, come dice Di Sarno, nell’assunzione della moglie non ci sono state violazioni di legge, perché i due decreti di proroga dei contratti sono
stati firmati dal vicesindaco dell’epoca e non da lui?”. Si chiede, infine, Bianco.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti

Rubriche