giovedì 7 Dicembre 2023
HomeCronacaPaesi Vesuviani, arrestato rapinatore seriale: messe a segno più di 20rapine

Paesi Vesuviani, arrestato rapinatore seriale: messe a segno più di 20rapine

Cercola, Pollena Trocchia, Massa di Somma e San Sebastiano al Vesuvio. Carabinieri arrestano 55enne responsabile di diverse rapine.

I carabinieri della stazione di San Sebastiano al Vesuvio hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal Giudice per le Indagini Preliminari presso il Tribunale di Nola, su richiesta della locale Procura della Repubblica, nei confronti di un 55enne, gravemente indiziato del reato di rapina. L’uomo era stato arrestato in flagranza lo scorso 15 settembre, all’esito di uno specifico servizio di osservazione dei militari della stazione di San Sebastiano al Vesuvio, per aver rapinato un passante della sua fede nuziale, dopo averlo minacciato con una pistola e scappando a bordo di uno scooter con una targa artefatta. Una volta individuato e identificato, i militari hanno svolto una minuziosa indagine volta alla ricerca di indizi che riconducessero l’uomo alle rapine avvenute nell’arco di un anno, ovvero 25 episodi avvenuti tra il settembre 2020 e il settembre 2021, nella zona ricompresa tra i comuni di Cercola, Pollena Trocchia, Massa di Somma e San Sebastiano al Vesuvio.
L’analisi dei locali sistemi di video sorveglianza e le altre tracce emerse durante l’attività investigativa hanno consentito di raccogliere un grave quadro indiziario nei confronti del 55enne, per l’aver commesso altre 5 rapine, tutte con il medesimo modus operandi ovvero ai danni di cittadini che, al crepuscolo, si accingevano a fare rientro a casa o che semplicemente passeggiavano in aree isolate, quando venivano rapinati del portafoglio o di altri oggetti d’oro che avevano indosso, sotto la minaccia di un’arma.
C.M., che dal 15 settembre è detenuto al carcere di Poggioreale a seguito del suo arresto in flagranza per rapina, è stato sottoposto alla nuova misura di custodia cautelare in carcere e rimarrà a disposizione dell’autorità giudiziaria, dal quale dovrà rispondere delle citate 5 rapine ulteriori.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti

Rubriche