domenica 25 Settembre 2022
HomeAttualitàPomigliano. Caro bollette, chiude "Finalmente Pizzeria". Confcommercio: "Politica latitante"

Pomigliano. Caro bollette, chiude “Finalmente Pizzeria”. Confcommercio: “Politica latitante”

Pomigliano. Dopo la crisi economica post Covid, la nuova crisi energetica, determinata dalla guerra in Ucraina, ha rappresentato il definitivo colpo di grazia per numerose attività commerciali. Anche la nota pizzeria “Finalmente” di Pomigliano d’Arco ha dovuto abbassare definitivamente le serrande, proprio per l’aumento spropositato delle spese da sostenere. Ecco il messaggio pubblicato su Facebook:

Abbiamo resistito alle chiusure, alle regole, alle discutibili imposizioni e restrizioni. Ad un certo punto ci siamo ritrovati in guerra. “Finalmente” non chiude perché non ha abbastanza clienti, anzi. Fino all’ultimo giorno il nostro impasto è terminato e ne andiamo fieri. Vi ringraziamo ad un ad uno per questi 7 anni insieme. Per averci elogiato, sostenuti ed incoraggiati. Ma le spese che lo Stato ci sta richiedendo sono piu’ alte di tutto il nostro lavoro e di tutto i nostri sforzi. Lo Stato invece di tutelare il nostro onesto lavoro ci costringe a spegnere le luci. Ma avremo la nostra rivincita.

Grazie di cuore. A presto

Immediata la reazione di Confcommercio Pomigliano che punta il dito contro l’incapacità della politica di trovare soluzioni adeguate: “A Pomigliano ed in tutta Italia, purtroppo stanno chiudendo anche le attività che non avevano problemi di vendite. Costi oramai insostenibili e la politica?…… LATITANTE

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti